L’Apprendimento. 2^ parte

3-learning

Come la mamma lupo che abbiamo visto nella prima parte di quest’articolo anche noi abbiamo la responsabilità di aiutare il nostro cane a sviluppare una corretta comunicazione con noi per comprendere al meglio le nostre richieste.

Gli esercizi di educazione di base ci aiuteranno a capire la giusta tecnica e i metodi corretti per essere i migliori insegnanti del nostro amico.

La sequenza più importante nell’addestramento del cane è la seguente:

  1. Attenzione
  2. Comando
  3. Stimolo (o aiuto)
  4. Esecuzione
  5. Premio

Ottenere l’attenzione dal nostro amico non è sempre semplice e tratteremo in maniera specifica questo argomento che riguarda più il rapporto che l’educazione pratica. Per il momento cercheremo di attirare la sua attenzione con delle motivazioni esterne.

Il cane può essere motivato da 4 elementi principali:

  1. Premio sociale, cioè la nostra approvazione, carezza, entusiasmo.
  2. Preda, giochi da mordere e tirare
  3. Giochi, la classica pallina da inseguire e catturare
  4. Cibo, irresistibile per la maggior parte dei cani

Per semplicità utilizzeremo come esempio il cibo che è il più semplice e spesso il più gradito

Il quesito che mi viene posto più spesso corrisponde al problema che la maggior parte dei proprietari si ritrova ad affrontare e cioè:

Quando non abbiamo il cibo il cane non esegue i comandi”

             In effetti questo può capitare ma solo per un errato utilizzo del premio (cibo o quant’altro) e per un’impostazione sbagliata del rapporto col cane.

Per evitare quanto sopra cercherò di spiegare l’esatta sequenza e i differenti step che dovremo percorrere per insegnare in maniera piacevole ma avere allo stesso tempo una risposta regolare in assenza di premio e in presenza di distrazioni.

Per il comando, è necessario che sia chiaro e ben scandito ma non c’è bisogno di urlare né di alzare la voce. I cani moderni ci sentono benissimo e non è necessario un tono autoritario, siate naturali come se stesse chiedendo qualcosa ad un vostro amico.

Il SEDUTO è di solito il primo esercizio che insegniamo. Useremo questo come esempio ma utilizzate lo stesso principio anche per il terra o altri esercizi. Ecco un programma di una settimana.

  1. Lezione: 12 ripetizioni guidando il cane con il bocconcino. Date il comando intanto che lo guidate per raggiungere la posizione di seduto. Premiatelo non appena si siede. Le prime volte ci può volere un po’ perché il cane proverà a saltare ma voi sfoderate tutta la vostra pazienza e aiutatelo con calma.
  2. Lezione: 12 ripetizioni guidando il cane con il bocconcino. Date il comando intanto che lo guidate per raggiungere la posizione di seduto. Premiatelo non appena si siede.
  3. Lezione:
    1. 4 ripetizioni guidando il cane con il bocconcino.
    2. 1 ripetizione guidando il cane con la mano ma senza il bocconcino che prenderete dalla tasca e elargirete solo dopo che si è seduto ma preceduto dal vostro entusiastico BRAVO!
    3. 3 ripetizioni guidando il cane con il bocconcino.
    4. 1 ripetizione guidando il cane con la mano ma senza il bocconcino che prenderete dalla tasca e elargirete solo dopo che si è seduto ma preceduto dal vostro entusiastico BRAVO!
    5. 2 ripetizioni guidando il cane con il bocconcino.
  4. Lezione: 12 ripetizioni guidando il cane con il bocconcino. Date il comando intanto che lo guidate per raggiungere la posizione di seduto. Premiatelo non appena si siede.
  5. Lezione:
    1. 2 ripetizioni guidando il cane con il bocconcino.
    2. 1 ripetizione guidando il cane con la mano ma senza il bocconcino che prenderete dalla tasca e elargirete solo dopo che si è seduto ma preceduto dal vostro entusiastico BRAVO!
    3. 1 ripetizioni guidando il cane con il bocconcino.
    4. 1 ripetizione dando solo il comando o un leggerissimo aiuto. (Solo una volta il comando). Appena si siede esplodete in un entusiastico bravo battendo le mani e andando all’indietro dopodiché andate a prendere il bocconcino che avrete lasciato a qualche metro dalla zona operativa.
    5. 2 ripetizioni guidando il cane con il bocconcino.
    6. 1 ripetizione guidando il cane con la mano ma senza il bocconcino che prenderete dalla tasca e elargirete solo dopo che si è seduto ma preceduto dal vostro entusiastico BRAVO!
    7. 1 ripetizioni guidando il cane con il bocconcino.
    8. 1 ripetizione dando solo il comando o un leggerissimo aiuto. (Solo una volta il comando). Appena si siede esplodete in un entusiastico bravo battendo le mani e andando all’indietro dopodiché andate a prendere il bocconcino che avrete lasciato a qualche metro dalla zona operativa.
  6. Lezione: 6 ripetizioni guidando il cane con la mano ma senza il bocconcino che prenderete dalla tasca e elargirete solo dopo che si è seduto ma preceduto dal vostro entusiastico BRAVO!
  7. Lezione: 6 ripetizioni dando solo il comando o un leggerissimo aiuto. (Solo una volta il comando). Appena si siede esplodete in un entusiastico bravo battendo le mani e andando all’indietro dopodiché andate a prendere il bocconcino che avrete lasciato a qualche metro dalla zona operativa.

Adesso siete pronti. Buon Lavoro.

Una risposta a "L’Apprendimento. 2^ parte"

  1. Claudio 10 aprile 2018 / 17:29

    Grande Michele hai perfettamente ragione detto questo continuo con gli allenamenti di Tristan ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...